(Ansa – clima) Primavera/estate 2017 bollenti in Italia


La primavera e l’estate del 2017 sono al secondo posto tra le più calde in Italia dal 1961, dopo quelle del 2003. Il 2017 è stato il secondo anno più secco nel nostro paese dal 1961, dopo il 2001. Lo rivela il rapporto “Gli indicatori del clima in Italia nel 2017″ redatto dal Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa, la rete formata da Ispra e Arpa regionali).

“Su base stagionale la primavera (+2,0 C) e l’estate (+2,8 C) del 2017 si collocano al secondo posto tra le più calde dell’intera serie storica, dopo quelle del 2003″, scrive il Snpa. La temperatura media l’anno scorso in Italia è stata di +1,3 C sopra le medie storiche, contro +1,2 C a livello mondiale.

“Con una precipitazione cumulata media in Italia al di sotto della norma del 22% circa – scrive ancora il Snpa -, il 2017 si colloca al 2/o posto, appena dopo il 2001, tra gli anni più ‘secchi’ dell’intera serie dal 1961″.

Per il Sistema “anche la temperatura superficiale dei mari italiani è stata sempre superiore ai valori climatologici normali, con un picco di anomalia nel mese di giugno (+2,2C). Il valore medio annuale di anomalia colloca il 2017 al 6/o posto della serie dal 1961″.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.