Camerota, continua la rivoluzione: cambio di dirigenti al Comune


Continua la rivoluzione della struttura organizzativa del Comune di Camerota. Grandi cambiamenti nell’apparato dirigenziale a Palazzo Città. L’Amministrazione guidata dal sindaco Mario Scarpitta, nell’ottica di una riorganizzazione generale, ha individuato due nuove figure che vanno ad integrarsi alla macchina municipale già rivista e riorganizzata. Dopo i primi sei mesi di lavoro il Municipio ha cambiato visibilmente volto.

Ha preso servizio il dottor Giovanni Antonio Castaldi, 49 anni di Vibonati. Castaldi è laureato in Economia e Commercio con l’abilitazione all’esercizio della professione di dottore commercialista ed esperto contabile. A lui l’Amministrazione ha affidato il ruolo di nuovo Responsabile dell’ufficio Finanziario del Comune di Camerota, mansione che ricopre anche presso il Comune di Vibonati. Negli anni è stato Responsabile Finanziario a Morigerati e revisore dei Conti nei Comuni di Ispani e Torraca.

Importanti novità anche negli uffici del comando della Polizia Locale. Il comandante Francesco Fiore, dopo anni di servizio presso l’ente di piazza San Vincenzo, è andato in pensione.

Con il nuovo anno si è insediata al comando dei Vigili Urbani di Camerota, il Capitano Annamaria Adinolfi di Cava de’ Tirreni. Adinolfi lavora al Comune di Cava dal ’99. Nel suo curriculum anche incarichi presso il Comune di Segrate, in provincia di Milano; il Comune di Pescheria Borromeo, sempre in provincia di Milano. La comandante è laureata in Scienze del Governo e dell’Amministrazione con una tesi di laurea in Economia del Lavoro. Ha ricevuto numerosi encomi, attestati di lodevole servizio e di vivo compiacimento nel corso della sua carriera. A lei il compito di riorganizzare il corpo dei Vigili.

Intanto proseguono i lavori all’interno della Casa Comunale. Gli uffici sono stati quasi tutti ridipinti e sistemati. Ogni responsabile di settore, nella sua stanza, avrà la possibilità di lavorare e confrontarsi con la propria squadra. La Soget, società che si occupa delle entrate e della riscossione dei tributi, si trasferirà presto da piazza San Vito a piazza San Vincenzo, all’interno del Municipio, con uno sportello al pubblico e un ufficio per i dipendenti. L’archivio comunale, colpito da un incendio alcuni anni fa, è stato messo a nuovo. Migliaia di documenti sono stati sistemati per settore in decine di scaffali nuovi. Verrà presto inaugurato.

Commenta per primo

Lascia un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.