Capaccio, 3° Ca’pacciamm street festival


3° Ca’pacciamm street festival 2018, Capaccio (SA), 22 luglio 2018. Capaccio in festa Artisti di strada e non solo si diffonderanno in ogni via e lungo tutto il litorale Domenica 22 luglio – dalle ore 20.30 – Capaccio (Paestum) Domenica 22 luglio, dalle ore 20.30, le strade del centro storico di Capaccio (Paestum) accoglieranno per il terzo anno consecutivo Ca’pacciàm, il Festival degli Artisti di Strada organizzato da Baracca dei Buffoni e CRASC, con la direzione artistica di Orazio De Rosa e la direzione organizzativa di Beatrice Baino. Questa terza edizione sarà all’insegna dell’arte a 360° e ospiterà musicisti, poeti, acrobati, giocolieri, performer di teatro di strada e burlesque. Gli artisti, che si esibiranno in strada per tutta la serata, cattureranno l’attenzione degli spettatori di tutte le età. L’iniziativa, gratuita per il pubblico, trasformerà per una notte la cittadina di Capaccio, in un immenso luna-park a cielo aperto.

Un programma davvero ricco di attrazioni, ecco alcuni nomi: “Bakika”, spettacolo acrobatico di Palo Cinese; “ALLok!”, performance acrobatiche con e di Matteo Pallotto; le bolle giganti create da Conte Bollicin; le poesie originali scritte ad personam dal poeta performer Silvestro Sentiero. Per finire anche un po’ di teatro e musica: “Casa Burlesque”, spettacolo sensuale e ironico con Fanny Damour & Roby Roger show; il divertente teatro di strada e in continuo movimento di “Old Roller Coaster” (Vecchie montagne russe); la musica classica meridionale degli Ars Nova; il vastissimo repertorio di Michele Roscica, “One Man Band”, l’Uomo Orchestra. Quest’anno il Festival si arricchisce grazie alla presenza di artigiani locali, che esporranno i loro prodotti originali nei mercatini organizzati dall’ADC Ca’pacciàmm. Gli eventi collaterali all’iniziativa dedicata all’arte di strada non finiscono qui con gli appuntamenti di Aspettando Ca’pacciàm, organizzati sempre dall’ADC Ca’pacciàmm. Venerdì 20 luglio, alle ore 19.00, ci sarà Ca’pacciàmm Runner, 5 km di corsa non competitiva i cui obiettivi sono il divertimento ed il benessere.

Per informazioni: http://www.capacciammfestival.it/ – [email protected]
https://www.facebook.com/crasc.teatrale/ https://www.facebook.com/Capacci%C3%A0mm-1537913236504261/

Gli Artisti di Ca’pacciàmm Street Festival 2018 “BAKIKA Mistral” – Palo Cinese Artista Cileno Una nave in partenza per un viaggio in equilibrio tra sogno ed avventura! Bakika è uno spettacolo acrobatico e divertente in cui il racconto dei nostri avi emigranti verso le lontane ed affascinanti terre del Cile, si mescola con il sapore delle genti d’altri tempi, creando un agrodolce affresco degli anni ’50 con una sorprendente combinazione di acrobatica a terra e sul palo cinese, manipolazione di oggetti, ballo, magia e gran carisma. Con la regia di Milo e Olivia, attraverso la passione e l’audacia delle tecniche circensi, l’artista ci accompagna alla riscoperta delle sue radici che, grazie alla comicità e all’estro tecnico, si rivelano poesia del racconto. Grazie alla magia del teatro Mistral diventa così un giovane della classe meno abbiente che, di fronte alla chiglia di una nave in partenza, sarebbe disposto a calarsi nei panni di chiunque pur di non perdere l’occasione del viaggio… Tutti a bordo!!! Mistral coinvolgerà il pubblico nel montaggio della pertica scegliendo dei volontari che diventeranno loro stessi protagonisti dello spettacolo. A ritmo di musiche swing, Mistral eseguirà acrobazie sul palo con una verticale a più di 5 metri di altezza. Con uno dei pochi acrobati pronti a esibirsi su un Palo Cinese non ancorato, il brivido è assicurato! LET’S SWING! “ALLok!” – Matteo Pallotto Pallotto è artista poliedrico diplomato alla scuola di circo Flic di Torino in equilibrismo ed è giocoliere da 10 anni, appassionato in verticali e manipolazione di oggetti. Uno spettacolo di strada che mescola la giocoleria con l’equilibrismo su scala, il fuoco con le verticali; il tutto accompagnato da quella clowneriè che riesce a far ridere sia i più grandi che i più piccoli. Tra gags comiche e molta tecnica (che non guasta mai!) lo spettatore trascorre spensierato una mezz’ora di piacere e di coinvolgimento che lo porterà a ridere anche di se stesso. Conte Bollicin bolle giganti, bolle piccole, bolle medie, bolle nelle bolle, bolle da mangiare, bolle da toccare, bolle per volare. Poeta Performer Silvestro Sentiero Dopo 10 anni il ritorno del poeta nelle strade italiane. Un po’ scapigliato, un po’ bohèmien, seduto sul suo panchetto, con un cartello ti avverte che con lui puoi appropriarti di due dita di poesia, originali, uniche e irripetibili, scritte solo per te. Alza la testa, ti guarda tra l’ironico e l’indagatore, poi via, rapidi gesti, ti dona un piccolo foglietto bianco, con pochi versi e una grafia minuta: è la tua poesia. Eccolo in strada, serio sul suo sgabello, dietro al leggio con il cartello. Casa Burlesque – Fanny Damour & Roby Roger show Il Burlesque è un’antica forma di spettacolo nata nella seconda metà dell’Ottocento nell’Inghilterra Vittoriana. Era uno spettacolo teatrale la cui sovversiva ironia sconfinava nella satira contro la classe dirigente. Col passar del tempo, lo spettacolo ha però perso gran parte del suo carattere sovversivo e l’artista di burlesque ha iniziato a diventare sempre più un intrattenimento piccante e trasgressivo, obbiettivamente mai volgare. Protagonista la donna, la cui fisicità era enfatizzata dai costumi divenuti per la gioia del pubblico ancor più succinti. Fanny e Roby in una performance divertente e sensuale due pin up tra il pubblico del festival pronte a donarsi…. Old Roller Coaster Vecchie montagne russe “Old Roller Coaster” è in linea con il tema della giostra, lo scenario dello spettacolo viaggiante diventa il motore per dar vita ad un’opera di teatro di strada, che partendo dalla tradizione la trasforma e la innova con un linguaggio nuovo che passa dal teatro d’attore al teatro di figura, affrontando in chiave ironica e grottesca il tema della terza età. Quattro anziani amici, stufi del bridge, della tv e dei nipotini, decidono di passare un intero pomeriggio sulle montagne russe. L’emozione e l’adrenalina rievocano ricordi sopiti e vecchie ruggini. Nonostante un principio di infarto, due crisi epilettiche, nausea e incontinenza, nessuno di loro vuole scendere. Sarà una corsa di follia e resistenza, ne resterà soltanto uno… vivo! In un continuo gioco di ruoli tra il pubblico ed i personaggi. Ars Nova: Musica del Popolo La loro filosofia è profonda e umile: l’arte in quanto tale deve essere condivisa con la gente e per questo motivo il loro palcoscenico è la piazza. Una musica allegra e travolgente ma non banale, anzi, intrisa di tradizione e memoria. Nelle note degli Ars Nova c’è tutto il Meridione: troviamo Napoli e la sua musica classica, c’è la Puglia con la pizzica, la Sicilia e le serenate, la Calabria delle tarantelle. Oltre confine si arriva anche alla musica balcanica e al rebetiko greco. ONE MAN BAND – Uomo orchestra Michele Roscica è interprete di svariate canzoni. Musicista unico che contemporaneamente riesce a suonare circa dieci strumenti. Il suo repertorio è vastissimo, dal classico, al popolare campano e al blues. Attore capace con la sua naturale verve e spontaneità a trattenere, fermare, far e sorridere e ridere un pubblico vario. I suoi racconti, la storia dietro le quinte di una canzone, aneddoti fanno di questo uno spettacolo unico, rappresentativo di una cultura e di una tradizione che con l’andar del tempo va scomparendo. L’effetto è chiaro: Michele si ferma nei cuori delle persone non solo per le melodie stampate nella memoria di ognuno, anche per essere l’uomo che porta l’energia di altri tempi; un passaggio generazionale, anche nel modo di fare spettacolo di un tempo altro, un senza tempo che tutto è pieno. E soprattutto per la passione e l’amore nel fare il suo mestiere.

Commenta per primo

Lascia un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.