Il fagiolo di Controne (Phaseulus Vulgaris)


Il fagiolo è una leguminosa originaria del Sud-America e si coltiva nelle zone temperate. Viene definito “la carne dei poveri” in quanto ricco di vitamine, specie del gruppo B, protegge il fegato e fortifica il cuore. Grazie alla presenza di particolari sostanze è capace di controllare la concentrazione di zucchero nel sangue ed è indicato nelle diete “speciali”.

Il fagiolo di Controne
Il fagiolo di Controne

Il “Fagiolo di Controne” ha la particolarità di avere il seme, come il baccello che lo contiene, completamente bianco. Ha una bassa attitudine a spaccarsi durante la cottura e richiede tempi nettamente inferiori a quello di un fagiolo comune. Si presenta con una forma tonda-ovale, picco,lo e bianco, con caratteristiche organolettiche iniche che ne fanno un prodotto altamente ricercato nell’ambito di quel mercato di nicchia che si è andato col tempo ad instaurare. La sua buccia sottile, praticamente impalpabile, gli conferisce alta digeribilità.
La semina dell’ecotipo “Fagiolo di Controne” viene effettuata nella prima e seconda decade di luglio in modo tale da avere la piena fioritura nella prima metà di settembre. La raccolta dei baccelli secchi di fagioli avviene nel mese di Novembre.

Nel territorio vi è ampia disponibilità idrica grazie alle numerosi sorgenti presenti, le cui acque, essendo ricche di caolino, danno particolarità nutrizionali ed organolettiche al “re dei fagioli”.
La coltivazione di questa leguminosa, tanto apprezzata dagli amanti della buona cucina, rappresenta uno dei punti di forza delle Aziende Associate che incentiva l’innovazione delle tecniche colturali e la conservazione e tipicizzazione dell’ecotipo per non disperdere un significativo patrimonio della Campania rurale

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.