Novi Velia, gli «Antichi suoni» finiscono in rissa: botte da orbi tra ragazzi


A Novi Velia, piccolo borgo cilentano alle spalle di Vallo della Lucania, ogni anno, alla fine di agosto e nei primi giorni di settembre, si tiene il festival degli «Antichi suoni». Si tratta di una manifestazione musicale nata per conto di numerosi appassionati di strumenti musicali antichi, allo scopo di far rivivere una tradizione antichissima che ha le sue origini nella storia artistica del Sud Italia. Il festival è l’appuntamento per tutti i suonatori di Zampogne, Chitarre, Ciaramelle, Organetti e Flauti e Battenti che si trovino in Campania, Calabria, Basilicata oppure Puglia. Una sorta di ritrovo di appassionati e di esperti che in questa sua edizione del 2015 è finito in rissa. Ieri sera, infatti, dal palco, è partita una zuffa. Calci, pugni e spintoni: poi si è tutto improvvisamente placato. Non si è reso necessario l’intervento delle forze dell’ordine. Secondo i presenti, due ragazzi sarebbero arrivati alle mani per cause che riguarderebbero le rispettive fidanzate alla fine del concerto serale. «Tu stai guardando la mia ragazza» e via con la lite. Poi sono intervenuti gli amici dei protagonisti e la rissa avrebbe potuto assumere contorni ben più gravi. Non si registrano feriti gravi, ma solo due ragazzi con qualche contusione ed escoriazione.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.